ESAURITI (PER ORA) GLI SCONTI

SUCCESSO DEI BUONI-TAXI OVER 65

Dal 2021 ad oggi la convenzione tra Comune di Torino e la cooperativa Taxi Torino per lo sconto del 50% sulla corsa dei torinesi over 65 (ma anche di persone disabili, donne in gravidanza e nuclei familiari assistiti) ha accelerato l’utilizzo di questo sistema di trasporto pubblico.
Un’opportunità per cittadini e tassisti che ha comportato uno sforzo organizzativo imponente da parte del centralino che risponde ai numeri 0115730 e 0115737 e in generale della cooperativa. 3 i nuovi assunti dedicati ai Buoni Taxi nonché lo smistamento delle chiamate che – specie nei primi mesi dell’iniziativa – aveva creato qualche difficoltà nella normale gestione del traffico.

I fondi ci hanno permesso di moltiplicare i nostri sforzi per offrire un servizio ancora più efficiente agli utenti” spiega Roberto Sulpizi, Presidente della Cooperativa Taxi Torino. “Le categorie più fragili sono anche quelle che comportano un livello di dedizione ‘personale’ che non sempre ci viene riconosciuta. Aiutare una persona anziana nella salita o nella discesa dall’auto, a volte anche accompagnarla al portone. Magari chiedendo un po’ di pazienza agli automobilisti che inveiscono in attesa… Sono centinaia ogni giorno i casi in cui i tassisti sono protagonisti di gesti garbati, che ahinoi non fanno ‘rumore’ ma che i clienti gradiscono e spesso, per fortuna ci segnalano“.

Esauriti con la metà di Ottobre i fondi governativi previsti dal Decreto Sostegni (DL n. 41/2021) i tassisti torinesi tornato alle tariffe municipali, che garantiscono al cittadino un servizio di trasporto capillare, con una flotta di 1.446 vetture e parcheggi dislocati nei punti strategici della città. Un’opportunità preziosa per chi debba muoversi in sicurezza oggi più che mai che, a differenza di tutti gli altri servizi, garantisce la copertura dell’intera area metropolitana h24 365 giorni all’anno senza interruzioni.
E’ questo da sempre il patto tra le municipalità e una categoria di lavoratori che a turno permettono al cittadino di essere assistito nelle sue necessità di spostamento. Compresi i portatori di handicap, la guardia medica o altre realtà per le quali esistono specifiche convenzioni.
Alla comodità della corsia preferenziale – che i taxi possono utilizzare come tutti gli altri mezzi del trasporto pubblico – si aggiungono forme di abbonamento e voucher prepagati pensati apposta per le esigenze dei professionisti 

Facebook
Twitter
LinkedIn