---

#TASSISTICHEGENTE

Maurizio, sigla Como 92, è figlio d’arte e fa questo mestiere da 20 anni, proprio come suo padre che ha lavorato su Torino in taxi anche lui per vent’anni.
 
Preferisce l’orario diurno e ama la libertà che gli permette questo lavoro per poter seguire la sua famiglia. Un vantaggio a cui non rinuncerebbe mai.
 
In tutto questo tempo ha vissuto momenti davvero particolari, situazioni assurde e divertenti.
 
“Per esempio qualche tempo fa all’indirizzo indicato dalla centrale vedo una ragazza con alcuni bagagli e 8 o 9 sacchi neri enormi. Probabilmente aveva litigato e se ne stava andando da un appartamento dove conviveva. Dopo un po’ di sbigottimento carichiamo tutto e partiamo. Durante il tragitto però va in panico: ha smarrito il portafogli. Ma è sicura di averlo preso con sé, accosto l’auto e iniziamo a cercarlo svuotando i sacchi uno a uno. Vi lascio immaginare la scena.
Alla fine abbiamo ritrovato il portafogli nell’ultimo sacco. Con pazienza – tanta – abbiamo rimesso tutti i vestiti e le cose a posto e siamo ripartiti”.
 
Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram