Un supporto a over 65 e categorie fragili

BUONI VIAGGIO: SCONTO DEL 50% PER SPOSTARSI IN TAXI

Fino al 31 Dicembre 2022 torna la convenzione tra il Comune di Torino e la cooperativa Taxi Torino per utilizzare i buoni viaggio che danno diritto allo sconto del 50% sulla corsa, in misura non superiore a 20 euro per ogni tratta.

L’iniziativa è dedicata ai torinesi over 65, alle persone con cecità o disabilità, con invalidità riconosciuta maggiore o pari al 65% e ai cittadini affetti da malattie che necessitano di cure continuative. Potranno richiedere i buoni viaggio anche le donne in gravidanza e i membri di nuclei familiari assistiti dai Servizi sociali attraverso la piattaforma SolidApp – Torino Solidale.

Restano validi i codici rilasciati dal Comune nel 2021, mentre chi non ne ha ancora fatto richiesta può compilare il modulo di registrazione online sul portale https://www.torinofacile.it/bviag.

Quando si prenota il taxi è necessario specificare al centralino – chiamando i numeri 0115737 o 0115730 – che si intende utilizzare un buono viaggio e comunicare codice fiscale, codice univoco, indirizzo di partenza e di arrivo*.

La cooperativa Taxi Torino mette a disposizione dei cittadini un servizio di trasporto pubblico capillare, con una flotta di 1.446 vetture e parcheggi dislocati nei punti strategici della città. Un’opportunità preziosa per chi debba muoversi in sicurezza oggi più che mai che, a differenza di tutti gli altri, garantisce la copertura dell’intera area metropolitana h24 365 giorni all’anno senza interruzioni. E’ questo da sempre il patto tra le municipalità e una categoria di lavoratori che a turno permettono al cittadino di essere assistito nelle sue necessità di spostamento. Compresi i portatori di handicap, la guardia medica o altre realtà per le quali esistono specifiche convenzioni.

Alla comodità della corsia preferenziale – che i taxi possono utilizzare come tutti gli altri mezzi del trasporto pubblico – si aggiungono forme di abbonamento e voucher prepagati pensati apposta per le esigenze dei professionisti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram